Il nostro sito utilizza cookies per migliorare il funzionamento , per la statistica degli accessi e per la pubblicità di google Adsense. Cliccando sul pulsante "Accetto", o su qualsiasi altra area del sito dichiari di aver capito il messaggio di allerta e di accettare l'utilizzo dei cookies del nostro sito.

Il Portale dedicato alle verifiche secondo il Dpr 462

Piccole attività Lavorative

Si sa che il DPR 462 deve arrancare tra le leggi sulla sicurezza più di qualsiasi altra legge. Il motivo è ancora misterioso, eppure se si pensa che dalla sicurezza dell'impianto elettrico dipende la vita dei lavoratori si dovrebbe presumere che venga rispettata più di qualsiasi altra. Non è così, ma forse prima o poi si arriverà alla giusta collocazione. Tra le attività che meno conoscono il DPR 462 ci sono quelle dei piccoli commercianti. A spanne si può dire che il 10% delle attività sono in regola , il restante 90% non sa neanche di cosa si tratti. L'obiezione che normalmente viene sollevata dai commercianti è che nessuno li ha informati di questo obbligo così importante, ergo non esiste o è un'ulteriore gabola per spennare i piccoli commercianti. Quelli un po' più curiosi chiamano la soluzione a tutti i loro mali : Il commercialista. Il commercialista normalmente non sa nulla del DPR 462, perchè ovviamente non è il suo mestiere, lui non fa sicurezza. Un commercialista , se professionale, interpellato dal proprio cliente non dovrebbe infischiarsene o dire le prime cose che gli passano nella testa, perchè molte volte fa grossi danni solo per superficialità. Dovrebbe invece impegnare un'oretta del suo tempo per informarsi in Internet del DPR 462. Di letteratura sul DPR 462 se ne trova a iosa (anche perchè anch'egli ricade nel DPR 462). Peggio ancora succede quando il responsabile dell'attività, informato dall'organismo sulle proprie responsabilità, si rivolge alla propria associazione di categoria. Quest'ultima non ha la competenza che può avere un tecnico di un Organismo ispettivo, e in più ha la coda di paglia perchè non ha informato il proprio iscritto dell'obbligo della verifica. Quindi minimizza le conseguenza a cui va incontro chi non esegue le verifiche degli impianti di terra, facendo passare l'agente dell'Organismo che ha contattato l'attività per uno che semina terrore. Poi aggiunge che ci si deve sempre rivolgere a loro per questi tipi di cose, e che aveva già programmato l'intervento. Comportamento poco etico e professionale. Quindi se siete responsabili di negozi , bar e ristoranti sappiate che se avete un lavoratore all'interno dell'attività, anche se saltuariamente, anche se è vostra mamma che vi aiuta , anche se è vostro socio, anche se è un apprendista, anche se è un volontario etc, siete obbligati a far eseguire le verifiche degli impianti di terra. Se non lo fate rischiate sanzioni amministrative e penali. Il tutto è sancito dal DPR 462, dal Dgls 81/08 e dal Dgls 106/2009. Tutto quello che vi dicono gli amici degli amici, il cognato dell'amico che fa l'usciere all'ASL , il vostro vicino che orgogliosamente ha cacciato in malo modo un agente perchè sicuramente era una frode, sono informazioni errate e non dovete seguirle!!! Quando un Agente di un Organismo vi fa visita, ascoltatelo bene. Nessuno vi chiederà soldi in anticipo, ma solo alla avvenuta verifica. Se ancora non siete sicuri basta andare sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico e controllare il nome dell'organismo che si è presentato. Potete cliccare il link qui di seguito per connettervi col sito del Ministero. Link. Fatto questi controllo, del tutto lecito, ascoltate bene tutte le informazioni che vi verranno date. Fatevi fare un'offerta e poi se avete voglia e tempo chiedete altri preventivi.

Le verifiche degli impianti di terra sono obbligatorie !! La loro mancata esecuzione comporta sanzioni amministrative e penali! Ma soprattutto servono anche a rendere sicuro il vostro posto di lavoro, per voi e per i vostri dipendenti.