Il nostro sito utilizza cookies per migliorare il funzionamento , per la statistica degli accessi e per la pubblicità di google Adsense. Cliccando sul pulsante "Accetto", o su qualsiasi altra area del sito dichiari di aver capito il messaggio di allerta e di accettare l'utilizzo dei cookies del nostro sito.

Il Portale dedicato alle verifiche secondo il Dpr 462

Periodicità delle verifiche

Il datore di lavoro è obbligato a tenere sempre in perfetto ordine il proprio impianto elettrico eseguendo una regolare manutenzione da parte del proprio elettricista di fiducia. Ne conviene che a maggior ragione devono essere sempre eseguita una regolare manutenzione sugli  impianti di messa a terra, sugli impianti di protezione scariche atmosferiche e sugli impianti elettrici nelle zone con pericolo d'esplosione. Questa manutenzione deve essere effettuata periodicamente e i suoi esiti essere trascritti su un registro delle verifiche. Anche se la maggior parte delle volte quest'aspetto viene trascurato è di fondamentale importanza. Questa manutenzione non deve essere confusa con le verifiche periodiche di legge secondo il DPR 462. Le verifiche periodiche sono effettuate dall'ASL oppure da organismi abilitati dal ministero. La periodicità di queste verifiche dipende dal tipo di impianto soggetto alla verifica stessa.

La periodicità è quinquennale (5 anni) per gli impianti ordinari, e biennale (2 anni) per gli impianti nei luoghi con pericolo d'esplosione, per gli impianti di terra e protezione scariche atmosferiche installati nei cantieri, nei locali medici e negli impianti MARCI (Maggior rischio in caso d'incendio).

Per sapere se il nostro impianto è ordinario oppure no dobbiamo controllare nella nostra  documentazione di progetto. Nella relazione tecnica deve essere riportata la classificazione degli ambienti. Nel caso non fosse riportata significa che la nostra documentazione è fatta male o carente e quindi consigliamo di affidarvi ad un tecnico abilitato per il controllo della stessa.